Blog

I miei ultimi post

Le migliori App per seguire i Mondiali 2014

17 June

Mondiali-Brasile-2014Un elenco delle migliori App che vi servono per seguire i Mondiali 2014 che si stanno svolgendo in Brasile.

1. Tutto il calcio – Forza Azzurri

La mia preferita. Ho tutte le informazioni delle partite giocate e di quelle che si dovranno disputare a portata di click.

2. Vamos Leo

Se come me, siete appasionati del campione Leo Messi non potete non scaricare questa app.

 

3. FIFA Official App

Molto bella graficamente ma disponibile solo in lingua inglese. Molto curiosa, per gli appasionati, la classifica FIFA Ranking

 

4. RAI.TV + RADIORAI

Invece dell’App Rai dedicata ai Mondiali io preferisco avere a portata di click l’app che mi permette di guardare le partite (quelle tramesse dalla Rai) in diretta e l’app RADIORAI per seguire le radiocronache ti tutte le altre.

Facebook: come fare per togliere post indesiderati dalla propria bacheca

05 May

facebook-logo

Vi è mai capitato di avere “amici” su Facebook che continuamente pubblicano post ai quali non siete affatto interessati? D’ora in poi niente più noie sulla vostra bacheca. Con questo trucchetto potete nascondere questi fastidiosi post senza togliere l’amicizia alla persona.

Io lo utilizzo spesso e così facendo mi ritrovo nella mia “home” solo post di persone che penso possano postare cose di mio interesse. Questo poi è un metodo molto discreto in quanto la persona che viene “nascosta” non saprà mai della vostra manovra.

Ecco come fare:

– andate nella “home” dell’amico che volete “nascondere” cliccando sopra il suo nome

– poi cliccate sul tasto “Segui” per nascondere i post

 

facebooksegui

 

– il risultato deve essere come quello che vedete nella foto. La scritta deve essere “Segui” e non “Segui Già”

E adesso godetevi la vostra nuova bacheca!

 

 

Seatwave è anche in Italia

16 April

Seatwave.it - Biglietti Concerti, Biglietti Teatro e Sport 2014-04-16 19-21-43

Il “bagarinaggio” legale è anche in Italia.

Vi è mai capitato di avere un biglietto per un evento al quale non potete più andare? Oppure vi è mai capitato di voler andare ad un concerto sold-out?

Cos’è Seatwave?

Seatwave è un mercato virtuale dove i fan possono acquistare e vendere biglietti per concerti, spettacoli teatrali o sportivi o qualsiasi altro tipo di evento dal vivo. Seatwave è stato creato da un gruppo di persone mosse dalla convinzione che ottenere biglietti per eventi dovrebbe essere un’operazione semplice e sicura.

Ecco come funziona:

gen27_how_it_works

 

Io ne ho usufruito molto ma solo per concerti fuori dall’Italia e mi sono sempre trovata bene. Ho addirittura visto uno dei miei idoli all’O2 Arena di Londra in quarta fila pagando quanto un normale biglietto d’entrata.

Mi sento di promuovere questo strumento per farlo conoscere a tutti gli appassionati di musica dal vivo.

 

degnodinotaSenza titolo-1

Scaricare l’arte grazie alla NGA

16 April

Claude Monet (French, 1840 - 1926 ), Woman with a Parasol - Madame Monet and Her Son, 1875, oil on canvas, Collection of Mr. and Mrs. Paul Mellon

La National Gallery di Londra ha pensato di “regalare” le proprie opere d’arte in alta risoluzione per tutti. E’ possibile infatti scaricare le immagini ad alta risoluzione dei dipinti più famosi esposti nel museo di Londra come quelli di Van Gogh, Guaguin, Rembrandt, Monet, Raffaello, Leonardo ecc. Sono circa 35.000 le opere che si possono consultare.

Il progetto si chiama National Gallery of Art ovvero NGA.

Vincent van Gogh (Dutch, 1853 - 1890 ), Self-Portrait, 1889, oil on canvas, Collection of Mr. and Mrs. John Hay Whitney

Una bella iniziativa che avvicina l’arte e la cultura a tutti. Non solo, ma anche uno strumento utile per chi studia l’arte ed ha bisogno di immagini ad alta risoluzione da consultare per osservare ogni dettaglio.

Per maggiorni info visitate il sito della National Gallery Of Art.

 

degnodinotaSenza titolo-1

 

Viaggio a Londra – consigli utili

14 April

2014-04-09 10.57.45

Sono appena stata in vacanza a Londra ed ho deciso di pubblicare un post con delle foto che conterranno consigli utili per chi decide di visitare questa stupenda città.

 

VOLO

ryanair volo

Io ho prenotato circa un mesetto prima ed i prezzi non erano molto costosi. Ho scelto Pisa-London Stansted con Ryanair e orari piuttosto decenti. Ho prenotato direttamente dal sito Ryanair. Vi consiglio di visitare anche zingarate.it per vedere se c’è qualche offerta.

 

HOTEL

foto-7

La scelta è davvero ampia soprattutto per tutte le tasche. Le mie esigenze erano molto precise: zona 1, wifi gratuito, almeno 3 stelle, colazione inclusa. Ho provato i vari siti Trivago, Booking.com ma alla fine ho trovato un’offerta direttamente sul sito dell’hotel ad Oxford Circus che conoscevo bene. Ho alloggiato al 14° piano e questa era la vista dalla mia camera.

PRIMA DI PARTIRE

presa UK

– Procuratevi un adattatore di corrente UK per collegare le vostre prese ai muri inglesi tipo queste.

– Chiedete al vostro operatore telefonico se ci sono delle offerte per l’estero altrimenti rischiate di spendere tanto tra chiamate inviate, ricevute e traffico internet. Io ho optato per la Smart Passport di Vodafone.

– Attenzione ai prodotti per il bagno tipo shampoobagnoschiuma ecc… Il trasporto in aereo, specialmente se volate low cost dove solitamente si viaggia solo con bagaglio a mano è consentito ma bisogna seguire delle regole. Per maggiori info scaricate questo PDF oppure visitate questa pagina web. Vi consiglio di fare attenzione perché specialmente nell’aeroporto londinese i controlli sono molto scrupolosi e potreste perdere tempo e volo.

– Controllate che il vostro documento (passaporto o carta d’identità) sia valido e non scaduto, magari pensateci prima di arrivare in aeroporto ;)

– Se avete uno smartphone, attraverso l’app CityMaps2Go scaricatevi la cartina della città di Londra. Potrete utilizzarla anche senza essere connessa ad internet.

– Mi sono caricata anche tutti i dati del viaggio (prenotazione volo, orari, prenotazione hotel, indirizzo, ecc…) sull’app TripIt così da avere sotto controllo tutti i dati che mi potrebbero servire.

– Per sapere quali sono gli eventi che ci sono durante il mio soggiorno ho visitato prima il sito della rivista londinese Time Out (un must per che vive a Londra) e poi ho anche dato un’occhiata al sito Visit London che oltre ad essere in italiano è anche fatto molto bene.

– Fare il check-in online. Consiglio di farlo almeno un paio di giorni prima della partenza. Stampate la “Boarding-pass” e mettetela insieme ai documenti viaggio.

BAGAGLI

Qui dovete fare molta attenzione per evitare di perdere tempo e soldi inutilmente in aeroporto. Seguite alla lettera le indicazioni sul peso e le dimensioni che trovate sul sito della compagnia aerea. Come ho già scritto, non tanto all’andata ma soprattutto al ritorno i controlli sono molto rigidi.

Cosa mettere in valigia? Beh dipende dalla stagione. Io che vado durante la mezza stagione ho più problemi rispetto a chi va d’inverno e sa che deve portarsi roba pesante. Quello che ho letto in giro, e che mi vede d’accordo, è di portare abbigliamento per vestirsi a strati. Io consiglio anche una giacchetta con il cappuccio. A Londra è vero che piove spesso e soprattutto piove poco per volta quindi la maggior parte delle volte basta un cappuccio in testa per coprirsi. Scarpe comode; a Londra, ma come in tutte le grandi capitali, si cammina tanto. Per il resto del bagaglio io di solito penso alle varie fasi della giornata tipo: la mattina in bagno mi serve questo e quello ecc… Una volta chiuso il bagaglio ormai il più è fatto, siete davvero pronti per partire.

SI PARTE

Io consiglio di arrivare in aeroporto almeno un’ora e mezzo prima. Meglio aspettare rilassati seduti di partire che correre all’impazzata tra corridoi infiniti.

Arriviamo dunque con largo anticipo all’aeroporto di Pisa. Il tempo di uno snack, ultimo caffè italiano e poi ci avviamo verso il nostro “gate“. Quando passate il controllo documenti e bagaglio a mano dovete buttare eventuali bottigliette d’acqua.

Aero in orario. Volo insomma; molti vuoti d’aria e mio orecchio sinistro dolorante. Ma ne ho vissuti di peggio quindi va bene così.

Arriviamo a Stansted. Lunga camminata per uscire dall’aeroporto e mega fila per il controllo documenti. Tutto nella norma.

Come raggiungere Londra città?

Io ho scelto un bus della Terravision (compagnia low-cost italiana) che ha la tratta sia Stansted/Liverpool Street sia Stansted/Victoria. Preferisco Victoria perché la conosco meglio, però mi hanno informato che Liverpool Street è molto più vicina. Il costo del biglietto è abbastanza abbordabile, ho speso £16 andata e ritorno. Il prezzo è lo stesso sia se si acquista in aeroporto in Italia.

TRAVEL CARD

foto-7

Arrivati a Londra città, una delle prime cose da fare è comprare la Travel Card per poter viaggiare con i mezzi (metropolitana e bus + bus notturni). Vado sotto la stazione della metropolitana a Victoria. Chiedo una “One Week Travelcard”. Mi danno una Oyester Card. Pago £5 di deposito che al momento della consegna della carta, prima del rientro in Italia, mi verranno restituite e l’abbonamento settimanale a un costo di £31,40. Ho fatto l’abbonamento scegliendo le zone 1-2. Per fare i turisti basta e avanza. Una volta preso il biglietto, cercate una Tube map gratuita in stazione e preparatevi a godervi Londra.

FORSE NON TUTTI SANNO CHE…

granbretagna

Informazioni e curiosità sulla città che state per visitare:

– Sono più di 8 milioni le persone che vivono a Londra

– Londra si espande per circa 1.500 km2

– È la città più visitata al mondo dal turismo internazionale

ASSOLUTAMENTE DA VEDERE

Indipendentemente dal periodo del vostro soggiorno, io vi consiglio alcuni luoghi che devono essere visti.

1. PICCADILLY CIRCUS/LEICESTER SQUARE (consiglio come prima tappa)

2014-04-09 10.57.45

2. TRAFALGAR SQUARE/NATIONAL GALLERY (se amate l’arte consiglio di ritagliare almeno un intero pomeriggio per visitare la National Gallery -museo non a pagamento ma si richiede una donazione di almeno £4)

2014-04-06 14.47.30

3. CAMDEN TOWN/CAMDEN LOCK (shopping attraverso le bancarelle di Camden Lock e paesaggio tipico)

4. COVENT GARDEN (mercato al coperto ma soprattutto paesaggio tipico. Molti artisti di strada si esibiscono qui)

5. OXFORD CIRCUS (shopping a go go)

2014-04-09 14.16.57

6. HARRODS/KNIGHTSBRIGE (shopping al grande magazzino Harrods e quartiere pieno di eleganti boutique)

7. WESTMINSTER/BIG BEN (vi sembrerà di stare dentro ad una cartolina)

foto-8

8. KENSIGTON GARDENS/ROYAL ALBERT HALL (uno dei miei luoghi preferiti, parco e quartiere davvero eleganti e tipici inglesi)

foto-10 copia

9. LONDON BRIDGE/TOWER BRIDGE (passeggiata lungo le rive tamigi)

10. NOTTING HILL GATE/PORTOBELLO ROAD MARKET (mercatino aperto solo di sabato ma vale la pena lo stesso visitare il quartiere per assaporare l’aria tipica di Londra)

foto-10

altre cose da vedere

MUSEI (BRITISH MUSEUM, TATE MODERN, VICTORIA & ALBERT, NATURAL HISTORY, BURLINGTON HOUSE, LONDON TRANSPORT MUSEUM)

SHOPPING (SELFRIDGES, HIGH STREET KENSIGTON, CARNABY STREET)

– MILLENIUM BRIDGE

2014-04-08 11.37.37

– ST. PAUL CATHEDRAL/LA CITY

2014-04-08 11.44.41

– O2 ARENA

2014-04-05 16.43.32

PARCHI (HYDE PARK, HOLLAND PARK, HAMPSTEAD PARK)

– BUCKINGHAM PALACE

– SOHO

– BAKER STREET

– ABBEY ROAD

– WESTMINSTER ABBEY

-LONDON EYE

DOVE MANGIARE

Nota dolente della città, soprattutto per noi italiani abituati a mangiare bene.

Se avete il portafoglio pieno potete gustare la cucina tricolore qui:

MADE IN ITALY GROUP (diversi ristoranti in città)

TUSCANIC (cucina toscana a Soho)

LA PIZZICA (cucina salentina a Fulham)

Per tutte le altre tasche:

Se vi piace la cucina tipo McDonald provate anche la catena KFC

Pranzo o cena veloce potete provare anche la catena PRET A MANGER con panini e insalate per tutti i gusti

Io ho provato il menu di PIZZA HUT dove si può mangiare pizza e pasta senza limiti e non mi è dispiaciuto

BUS SIGHTSEEN

2014-04-08 12.31.14

Io ve lo consiglio, soprattutto se è la prima volta che toccate il suolo inglese. Avete la possibilità di vedere tanto e ascoltare in italiano la guida. Incluso c’è anche il giro in battello e la guida a piedi in centro (in inglese). Trovate delle persone addette nelle fermate degli autobus nelle principali località londinesi come Trafalgar Square e St. Paul Cathedral. Le principali compagnie sono The Original Tour e Big Bus Tour.

SOUVENIR

Per i vari regalini da portare ad amici e parenti io vi consiglio la catena COOL BRITANNIA. Il negozio a Piccadilly Circus è enorme e dentro vi trovate di tutto e soprattutto per tutte le tasche.

 

TUTTE LE FOTO SONO ©COPYRIGHTED.

SE AVETE BISOGNO DI ULTERIORI INFO CONTATTATEMI ATTRAVERSO QUESTO FORM (in fondo alla pagina) E SARO’ LIETA DI AIUTARVI.

UP24 prova – braccialetto tecnologico

14 April

okup24-persimmon-horiz-hi

L’estate sta arrivando e la forma fisica diventa importante. Serve uno stimolo in più per mettersi in forma e nel mio caso ho deciso di affidarmi alla tecnologia. Ho deciso di provare il braccialetto UP24 che si collega tramite Bluetooth all’app “UP” sul mio iPhone e monitora il mio stile di vita. Prende nota delle mie ore di sonno, quanti passi faccio e posso inserire anche cosa mangio.

DAY 1

ok2014-04-13 11.33.18

Nella scatola trovo il braccialetto, il collegamento USB per la ricaricarlo e un piccolo libretto con le istruzioni. Scegliete bene la taglia del vostro braccialetto perché dovrete indossarlo per molto tempo. Prima di iniziare carico per un’oretta il braccialetto.

Scarico l’app “UP”, gratuita, dall’app store.

Con semplicità collego il mio braccialetto al mio iPhone e creo il mio profilo.

DAY 2

Il braccialetto non da fastidio, riesco a viverci senza problemi. L’app è molto intuitiva. Puoi inserire manualmente il tuo stato d’animo. La grafica mi piace molto.

okupapp-mescreen-high copia

I primi risultati però non sono molto incoraggianti: mangio tanto, cammino poco e dormo tanto. Devo darmi una “regolata”. Avrei potuto rendermi conto da sola di questo mio stile di vita sedentaria, non c’era bisogno di un braccialetto hi-tech, è vero! Ma come ho detto prima, a me serve uno stimolo per darmi da fare, ed essendo appassionata di tecnologia questo è quello che fa per me. Già oggi cercherò di dare maggiore soddisfazione al mio UP

DOPO TRE MESI – AGOSTO 2014

Dopo circa tre mesi ho ancora al mio polso il bracialletto UP. Adesso poi, con l’ultimo aggiornamento che include la possibilità di inserire il cibo che si assume, posso dire che questo bracialetto è davvero completo. A me ha aiutato molto in un percorso di stile di vita sana che sto intrapendendo.  Sono più invogliata a fare sport (nel mio caso passeggiate o partite a tennis) e quando finisco non vedo l’ora di vedere il risultato ottenuto sul mio iPhone.

to BE CONtiNUED….

V2 – POST IN CONTINUO AGGIORNAMENTO

5 app per imparare a…

28 March

appfeatureimageborder

Con il tuo iPhone e le sue app puoi imparare un sacco di cose: da una lingua straniera, a fare origami, il nodo della cravatta e molto altro. Di seguito una lista di cinque APP per imparare.

 

Con “Paroloni” ogni giorni impari una parola nuova ed arricchisci il tuo vocabolario

Con “Tie Right” impari a fare il nodo alla cravatta

….

Con questa app impari a fare degli splendidi “origami

Un nuovo metodo, “Babbel“,  per imparare l’inglese e non solo

Con “Ginnastica da Ufficio” impari a fare esercizi mentre lavori.

 

Giornate FAI – Primavera 2014

24 March

 

Io Sostengo FAI

 

Weekend dedicato alla cultura grazie alle Giornate FAI Fondo Ambiente italiano – Primavera 2014 quello appena trascorso. Io vi racconto la mia esperienza attraverso queste immagini scattate nei luoghi che ho avuto il piacere di visitare. Il primo è a Viareggio, “Villa Borbone”, situato nel Parco Naturale di San Rossore-Migliarino-Massaciuccoli. La villa con un maestoso parco è uno dei più suggestivi luoghi del territorio viareggino. Due ragazzi davvero bravi del Liceo Scentifico ci hanno fatto da guida. La Villa fu costruita nel 1822, come edificio per la caccia da Maria Luisa di Borbone, progettata da Nottolini. Ai giorni d’oggi il parco è aperto al pubblico e la Villa viene utilizzata per eventi culturali. Il secondo sito che ho visitato è a Livorno ed è il “Cisternone”. Principale opera dell’architetto Pasquale Poccianti edificato tra il 1829 e il 1842, considerato un gioiella dell’architettura ed ingegneria Neoclassica italiana. L’edificio è composto essenzialmente da due copri: la cisterna e l’avancorpo. Oggi è chiuso al pubblico ed è possibile visitarlo solo per eventi eccezionali come quello del FAI che si appena concluso. Ciliegina sulla torta il terzo luogo visitato ovvero “Palazzo De Larderel” sempre a Livorno. Un edificio che vedo quasi tutti i giorni da fuori perchè è si trova vicino al centro della città ma che non avrei mai immaginato potesee contenere così tanta “roba” all’interno. Costruito come residenza labronica per il Duca Francesco De Larderel nel 1830 che inizialmente aveva i connatati di villa di campagna. Una stanza più bella dell’altra e molto ben conservata. Purtroppo però oggi l’edificio, invece di essere un museo a cinque stelle e visitato da migliaia di visitatori l’anno è la sede del Tribunale della città. Ringrazio il FAI per avermelo fatto scoprire anche se l’amarezza di tale “spreco” rimane.
Per maggiori informazioni e per l’iscrizione al FAI Fondo Ambiente Italiano cliccate su questo link.

Tutte le foto sono © Copyrighted.

Read More…