Blog

I miei ultimi post

My Corona DAY 14

23 March

Oggi mi sono sentita in colpa. E’ successo quello che non vuoi. E’ successo che la morte è arrivata tra i miei conoscenti amici. E’ successo che il dolore che si vede solo in tv è entrato dentro casa mia. Ma perchè mi sento in colpa? Perchè dopo aver appreso della notizia ho continuato la mia vita normalmente. Ho finito gli esercizi che stavo facendo, ho fatto la doccia, ho cenato e adesso sono qui a scrivere. Perchè l’ho fatto? Perchè ho pensato che in questo momento la mia amica ha bisogno del mio supporto e non posso farmi trovare giù di morale. Devo essere la spalla dove può sfogarsi. Se avessi smesso di fare quello che facevo, se mi fossi messa a letto a pensare a quello che era successo, al suo dolore, adesso sarei uno straccio. Se lei mi chiamasse per sfogarsi con me io non sarei in grado di aiutarla. Invece devo esserci e devo mantenermi in forza…sopratutto psicologicamente. E’ dura ragazzi mantenere un equilibrio con tutto quello che sta succedendo. E’ tosta! Leggo spesso sui vari siti o social che dopo saremo meglio, che dopo sarà tutto migliore. Ma per alcuni non ci sarà un dopo. Per alcuni il dopo sarà senza un proprio caro che non ha potuto neanche salutare. Com’è possibile tutto questo? Inizialmente, quando tutto questo era solo in Cina e molto distante da noi io credevo al complotto. Credevo al fatto che ci poteva essere qualcuno che voleva attaccare economicamente la Cina e che aveva trasmesso questo virus per creare panico. Adesso non ci posso credere, non ci voglio credere. Tutto il mondo è coinvolto quindi non può essere. Questa è la foto a livello mondiale di 9 ore fa

Di una cosa sono certa e dovete esserlo anche voi…l’Italia si riprenderà prima di altri paesi pertanto saremo d’esempio e potremo aiutare chi sarà in difficolta. Ma potremo anche risalire prima degli altri e goderci la libertà che ci meritiamo.

Dedico questa ultima frase alla mia amica perchè non sta passando delle belle ore. DAI CHE SEI FORTE!

My Corona DAY 13

22 March

Tredici giorni ma sembrano molti di più.Tredici giorni di “prigionia”. Tredici giorni senza libertà. E’ pesante ragazzi. Oggi purtroppo giorno un po’ down nonostante i numeri che sono leggermente migliorati. Non c’è luce in fondo al tunnel e sento tanto la mancanza dei miei cari. Voglio tornare a casa! Faccio fatica oggi a scrivere ma devo farlo perchè mi aiuta. In realtà la giornata non è iniziata male. In mattinata ho pulito a fondo cucina compreso di forno. Adesso la mia cucina ha un colore diverso! Vi consiglio, per pulire a fondo, di utilizzare aceto e bicarbonato con acqua calda. Funziona e vedrete i risultati.Poi mi sono buttata sul cibo e questo è sintomo di tristezza. Non mi sono neanche allenata. Ho appena finito di guardare un film “The Weather Man – l’uomo delle previsioni” con Nicolas Cage. Molto bello, molto intenso e il messaggio finale è che non tutto va come si vuole ma ci si può adattare e trovare un po’ di felicità lo stesso. Almeno questo è quello che ci ho voluto vedere io.

My Corona DAY 12

21 March

Ho smesso di parlare solo di me e di quanto sono in una situazione più difficile di molti in questo momento. Ho iniziato a rispondere alle varie chiamate che ricevo con “Tu come stai?” o “Voi come state?”. Siamo tutti nella stessa barca ormai. Anche chi vive a casa con il compagno ed ha la famiglia molto vicina ha paura. Oggi io mi sento un po’ più fortunata rispetto a molte persone che stanno passando questi giorni di “reclusione” senza libertà! E’ un ossimoro che mi è venuto spontaneo…ma è vero. Io oggi ho pranzato/cenato alle 17:30. Ho fatto colazione molto tardi. Ho fatto uno spuntino leggero verso le 14:30 e alle 17 mi è venuta fame e mi sono preparata la cena. Se non è libertà questa ditemi voi cosa lo è.

L’attività fisica la state facendo? Anche questa aiuta anzichè mangiare e basta per la noia. Mangiare tanto vi sentire in colpa e aumenta la depressione. Se vi meritate il cibo dopo un esercizio fisico vi sentirete meno in colpa e il vostro stato d’animo vi ringrazierà. Adesso una mia amica mi ha detto che ieri c’era una diretta instagram della personal trainer di Melissa Satta che si è messa in diretta mentre le faceva fare gli esercizi. Ma a proposito di dirette instagram voi state seguendo qualcosa in particolare? Io ho dato un’occhiata a quelle di Jovanotti, Fiorello, Daniele Bossari e altri. Ma due o tre sere fa mi è capitata la diretta di Robbie Williams che era sotto le coperte ed ha iniziato a cantare i suoi brani più di successo insieme a noi tutte (più donne che uomini di sicuro). Chi mi conosce sa quante peripezie ho fatto per i Take That e soprattutto per Robbie Williams. Devo dire che lui mi da emozioni sempre ma l’altra sera, cantare quei brani che ho cantato molte volte in vari stadi del mondo, mi ha dato qualcosa di magico. Sopratutto “Angels” , che negli ultimi concerti ho quasi ascoltato e cantanto a forza, ma l’altra sera ho iniziato a versare lacrime e ad emozionarmi come se non mai successo prima.

Bravo il mio Mr Williams!

Segnalatemi se c’è qualche diretta instagram che vale la pena di seguire 😉

My Corona DAY 11

20 March

Sempre più brutte notizie sempre più tv spenta o meglio accesa solo con film o serie super comiche. Su Amazon Prime c’è una delle mie serie preferite che si intitola “Two and half man”. Me la sto riguardando tutta in inglese con i sottotitoli. Ve la consiglio se volete guardare una serie divertente senza troppe pretese.

Oggi a Milano doveva venire giù il temporale, così dicevano le previsioni del tempo. Invece niente pioggia. C’è stato anche un timido sole accennato. Però stasera nel tardo pomeriggio è scesa molto la temperatura. Perchè vi scrivo del tempo? Che ve frega? E’ per cercare un po’ di normalità. Di solito con le persone che incontri e con le quali non hai confidenza parli del tempo, no?

Oggi vi posto la foto di Wonka, il gatto dei vicini. E’ adorabile e guarda me e i miei vicini che per qualche minuto, a debita distanza, ci facciamo due chiacchiere insieme, parlando del più e del meno.

Sono quasi certa che gli animali avvertono che c’è qualcosa di diverso. A loro però credo che piaccia questa situazione. CHe bello avere il proprio padroncino sempre a casa. Ho però anche sentito delle notizie che parlano di molti abbandoni di animali domestici, ma siete pazzi? Gli animali in questo momento ci danno un sacco di amore. E soprattutto fanno parte della nostra famiglia. Come puoi abbandonare un tuo “familiare” in una situazione come questa? Ma soprattutto perchè?

My Corona DAY 10

19 March

Vi racconto una curiosità. Quando ho preparato le grafiche per questi post con i numeri Day 1,2,3 ecc… mi sono fermata al numero 14. Ho pensato che tanto non saremmo andati oltre. Ero molto ottimista. L’ottimismo è stato quello che mi ha salvato nei primi giorni. Senza l’ottimismo sarei andata fuori di testa…di brutto. Purtroppo le notizie, i numeri di oggi sono scioccanti. Credo sia quasi certo che il mio blog non si fermerà al n.14.

Oggi pensavo anche ad un altro aspetto di questa situazione. Immagino che anche a voi capiti di alzarvi dal letto con calma e non appena suona la sveglia. Immagino che anche voi farete colazione con calma. I nostri ritmi frenetici si sono azzerati. Non sappiamo più cos’è la fretta (a parte quando a mezzanotte proviamo a beccare un orari di consegna della spesa online).Come sarà tornare alla normalità? Io credo che ci saranno un paio di giorni dove non ci capiremo niente. Dove ritornare a fare tutto con la fretta ci spiazzerà. E lo so io e lo sapete anche voi…non vediamo l’ora di avere di questi problemi 🙂

Stasera voglio salutarvi con una canzone. Si intitola “This is your life” ed è cantata dai Banderas. E’ una canzone del 1991 con il sound tipico di quegli anni e mentre l’ascoltavo oggi ho trovato il testo molto interessante e molto appropriato.

Where is the purpose in your life
Where is the truth
Do you remember your hopes? Your dreams?
They are no longer your own

This day is for living your own life
Don’t let this world capture your heart
Your passion lost to a thousand themes
Surrendered to the screen

This is not a story
This is not a book this is your life
And this is not a play some TV show you’ve seen
This is real life

You know that
This is your this is your life
This is your this is your life

You act like a child playing games now
Play and pretend the art of disguise
Alone and lost in all your lies
This is not a story

This is not a book this is your life
And this is not a play some TV show you’ve seen
This is real life
You know that

This is your this is your life
This is real this is real life

There is no rehearsal
No second chance
No false start no better circumstances

This is not a story
This is not a book this is your life
And this is not a play some TV show you’ve seen
This is real lifeYou know that
This is your this is your life
This is real this is your life
This is your this is your life
This is your life

My Corona DAY 9

18 March

Sensazioni contrastanti. Da una parte sono ok perchè ho fatto molto movimento oggi, dall’altra parte inizio ad accusare. Nove giorni anche se in realtà sono isolata da molto di più. E’ dura non ascoltare o leggere delle notizie “davvero” positive. E’ dura reggere lo stress. Eppure devo farlo, in primis per me e poi per le persone care. Anche per loro sapermi qui da sola a 300 km di distanza non deve essere semplice. Spero di dormire stasera, mi sono distrutta di camminate sul balcone e esercizi apposta. Ragazzi ma che situazione stiamo vivendo? Ma ci rendiamo davvero conto di quello che sta accadendo…a livello mondiale? Leggo di manifestazioni sportive che vengono spostate, altre annullate e non me ne frega una cippa lippa, a me, che invece di solito prima di prendere un appuntamento guardo che partita di calcio o di tennis si gioca quella sera. Cambieremo tutti dopo questa esperienza…il problema è arrivare alla fine più sani possibili di mente. Faccio anche fatica a scrivere stasera quindi vi saluto postando una playlist che ho fatto con la musica che ho voglia di ascoltare quando cammino, sempre sul balcone perchè io resto a casa, oppure mentre faccio la doccia

E’ una playlist mista come potete notare. Ci sono pezzi di oggi e pezzi dieri. E’ anche una playlista che verrà ampliata con il preseguire dei giorni.

My Corona DAY 8

17 March

Ottavo giorno e ancora pessime notizie. Il bollettino delle 18 ormai è sempre peggio. Nonostante ci avessero preparato a questo scenario, la speranza di leggere buone notizie non ci abbandona, almeno questo è quello che capita a me. Ma invece avete fatto caso che con questo silenzio surreale si sentono solo le ambulanze che corrono nelle nostre strade. E sono tante quelle che passano…non è una bella sensazione ogni volta che passa l’ambulanza vicino casa.

Ho dato una bella pulita alla mia camera oggi…ma di quelle pulite che non sarei mai riuscito a fare se non avessero costretta a casa per così tanti giorni. Ma quanta polvere si può accumulare? e quanti anfratti dove si può annidare esistono in una stanza? Pazzesco!

Io ho abbastanza scorte di cibo e credo di poter andare avanti ancora per un’altra settimana però stasera proverò a fare la spesa online che mi dicono avere disponibilità di consegna oltre i dieci giorni. Anzi ci provo subito così poi vi darò il responso.

Responso negativo…tutto esaurito da qui al 31 marzo e non ci sono altre possibilità. Sì avevo letto da dei miei amici su Facebook che questa era la situazione ma non pensavo fosse davvero così 🙁

Vabbè vorrà dire che andrò come la maggior parte delle persone file interminabili fuori dal supermercato. Per fortuna quando ho cambiato casa ho avuto la bella idea di comprarmi un carrellino che in questo caso è proprio utile.

My Corona DAY 7

16 March

Una settimana anche se per me è anche di più perché qui in Lombardia la situazione è iniziata prima. Nottata con mal di testa e mattinata con attacco di tosse. Paura tanta! Ma dentro di me c’era la sensazione che fosse una tosse psicologica, di nervosismo di tanto stress…volevo che fosse così con tutta me stessa, mi sono concentrata sulla sensazione del pomeriggio che avrei detto a me stessa: “Ecco vedi ti sei preoccupata per niente!”. Beh così è stato. Ho appena finito di fare un allenamento di mezz’ora di You Tube e una doccia calda che mi ha dato tanto benessere. Non so voi, ma io quando mi sento bene, quando non ho sintomi vari, ringrazio il mondo per essere sana. La salute lo si sapeva che fosse la cosa più importante infatti c’è un detto che dice “L’importante è la salute”.

Per mia fortuna è da qualche anno che mi sto interessando al potere del pensiero positivo e devo dire che ogni tanto, in questa situazione, mi aiuta. Se volete sapere un po’ di più su quello che sto dicendo, anzi scrivendo, vi consiglio di vedere su Amazon Prime il documentario IL SEGRETO The Secret. E voglio anche salutarvi con un consiglio…invece di passare la giornata a pensare a quello che non possiamo fare e a quello che ci manca, pensiamo a tutto quello che possiamo fare quando tutto questo sarà finito e richiamiamo la sensazione che fare quella cosa ci potrà portare. Faccio un esempio: avete il fidanzato lontano e non vedete l’ora di vederlo? Provate a concentrarvi sulla sensazione che proverete quando vi incontrerete e vi dare il primo bacio dopo tanto tempo. Come sarà? Cosa proverete in quel momento? provate a immaginarlo. Vi aiuterà, credetemi.