Tag Archives: zonarossa ; quarantena ilmiodirario iorestoacasa

My Corona DAY 47

25 April

Oggi è il 25 aprile 2020 ed è festa nazionale in Italia. La festa della liberazione. Una festa molto sentita. I ricordi che ho da ragazza di questa festa sono le frecce tricolore. La nostra bandiera. I nostri colori. La resistenza contro il male. Conosco bene la canzone “Bella Ciao!” che oggi molti hanno suonato dai balconi nei vari flash mob in tutta la Nazione. Quando ero piccola pensavo fosse un coro della curva del Livorno (ahahahah n.d.r.). Però grazie a loro l’ho imparata bene 😉

Qui a Milano oggi sole ma anche venticello. SI stava davvero bene sotto il solicchio. Oltre a dimagrire sto anche prendendo l’abbronzatura che, da quello che si legge in giro, quest’estate sarà difficile da prendere al mare come siamo abituati. Oggi poi è stata anche una giornata pulizie. Mi date un suggerimento su come pulire il calcare dentro la doccia? Mi hanno suggerito di usare il WC NET che è molto potente. La prossima volta lo proverò. Vi do invece un consiglio per pulire i vetri che ho scoperto in questa quarantena, sempre suggeritomi dai miei vicini: acqua e ammoniaca con due panni. Uno serve bagnato per passare due volte nel vetro e l’altro da passare asciutto. I vetri saranno perfetti senza aloni. Provare per credere!

My Corona DAY 46

24 April

Sto leggendo il libro di Carlos Ruiz Zafon “Il labirinto degli spiriti”. L’ho iniziato da poco e mi ha già preso. Avete mai letto un libro di Zafon? E’ uno scrittore contemporaneo davvero interessante. Uno potrebbe pensare che sono storie per bambini ma in realtà non è così. A me solitamente non piacciono i libri con molte descrizioni, Zafon riesce a descrivere i posti o le situazioni in modo così gradevole che non mi stancherei mai di leggerlo. Iniziate a leggere Zafon con “L’ombra del vento” e poi mi ringrazierete per la dritta. Un altro autore che mi piaceva tanto, che seguivo con molta passione era Giorgio Faletti. Il suo “Io uccido” è stato per me di ispirazione per “Ossessione, no passione”. Ho tutti i suoi libri autografati, anzi mi auguro di avere ancora i suoi libri autografati perchè con l’ultimo trasloco che abbiamo fatto a Livorno molte delle mie cose “preziose” sono andate perse. I libri di Faletti erano davvero appassionanti. Mi ricordo che passavo le notti a leggerli e che capitava spesso che leggevi quello che accadeva e che chiudevi di colpo il libro e esclamavo “Ma no!”. Oppure restavi male perchè l’assassino era proprio li dietro sotto i miei occhi ma no avevo affatto capito. Quanto mi manca Giorgio. L’ho conosciuto ed era veramente una brava persona. Io poi lo trovavo anche molto sexy 🙂

Questo è il mio ebook reader, è un Kindle. Ringrazio questa “prigionia” che mi ha riavvicinato alla lettura.

My Corona DAY 45

23 April

Oggi giornata di spesa. Sono stata all’Esselunga di Via Losanna prenotandomi con l’app UFirst. Esperienza così e così. Non è gestita granché, a mio parere, l’entrata dentro il supermercato perché si crea assembramento davanti per ascoltare la tipa che urla il numero che deve entrare. Dovrebbero organizzarsi meglio. Così c’è troppa gente tutta troppo vicina. E poi le mascherine…con il caldo iniziano a dare fastidio. SI respira davvero male con quelle cose davanti alla bocca. Io capisco che è giusto così e che dovremo abituarci perché le porteremo ancora per molto ma sono davvero improponibili, soprattutto con il caldo. C’è stato un momento dentro al super che avevo l’affanno perchè non riuscivo a fare un respiro profondo come si deve. Il tempo però che sono stata fuori però è accettabile. Tra piccola fila e spesa all’interno si parla di un’ora. Anche la prenotazione è stata fatta in tempi decenti. Ho prenotato verso le 17:00 e alle 17:40 sono uscita di casa. Ripeto, peccato per l’assembramento davanti all’entrata, altrimenti il mio sarebbe stato davvero alto. Comunque andare a fare la spesa senza panico mi ha svoltato questa quarantena. Vi ricordate la prima volta che sono stata a fare la spesa? Il panico, la tachicardia, improponibile ! Oggi ho trovato pure il tempo per scattare una foto a fine spesa:

My Corona DAY 44

22 April

Ho letto delle “anticipazioni” sulla fase 2 e non sono molto entusiastiche ovvero da quello che ho letto non si potranno fare gli spostamenti da regione a regione così facilmente. Ho poi scoperto un’altra cosa ovvero che non ci sono più treni diretti per la toscana! Anche volendo andare a casa c’è da cambiare 4 treni, il viaggio della speranza. L’idea di non poter tornare dai miei neanche a maggio mi butta molto giù, devo essere sincera. Io mi auguro che ci siano delle regole diverse per chi è residente in toscana. Un altro mese qui da sola è pesante. Dita incrociate per tutti quelli nella mia situazione!

My Corona DAY 43

21 April

Non so da voi al sud ma qui al nord è tornato il freddo. Però invece che peggiorare l’umore lo migliora. Forse perché è meglio stare chiusi in casa con il grigio e il freddo fuori. Ho dato un’occhiata ai numeri e mi sembrano ancora buoni. Quello che non capisco è perché a Milano la situazione continua così a salire. I nuovi contagi sono sempre tanti in questi ultimi giorni. Mentre a Livorno dove sono tutti i miei cari la situazione sembra molto stabile e questo mi fa stare molto tranquilla. Quello che ho letto, e che mi fa molto piacere, è che le restrizioni della fase 2 saranno per tutto il territorio nazionale, è giusto così. Non è il caso di abbassare la guardia. Immagino che presto il Presidente Conte tornerà in tv per anticiparci qualcosa della fase 2, no? E credo anche che a questo punto, la data del 3 maggio sia definitiva. Per me vorrà dire circa due mesi di “prigionia”. Due mesi chiusa in casa. Due mesi di incertezza assoluta. Ad oggi credo si possa già fare un bilancio di come abbiamo passato questo tempo. Per quanto mi riguarda non è stato solo tempo perso. Se penso solo al fatto che stasera ho cenato con un minestrone e che sono soddisfatta e appagata. Non è da me. Chi mi conosce sa che verdura e frutta non fanno per me. Ci voleva la “Prigionia” per farmi capire che fa bene al corpo mangiare sano. Il mio corpo che mi ringrazia e che cambia anche grazie agli esercizi che sto facendo con frequenza regolare. Dice che i 40 anni di oggi siano i nuovi 20, beh per me p proprio così. Adoro avere la mia età e mi piace essere me e sono orgogliosa del percorso che ho fatto. Partita dal mercatino americano di Livorno a lavorare per Rai 2 con contratto a tempo indeterminato. Una bella soddisfazione! Ma a proposito di lavoro, a voi manca il lavoro? Io sto lavorando in smart working ma non è proprio la stessa cosa che lavorare sul campo. A me manca così e così. Sicuramente mi piace il mio lavoro ma non sono tutte rose e fiori come per ogni lavoro che esiste in questo pazzo mondo. Sono “scappata” a Londra quando avevo 18 anni per rincorrere il mio sogno e alla fine ci sono riuscita ma dopo tanti anni passati nel mondo dello spettacolo posso assicurarvi che anche questo diventa un posto di lavoro “normale” come tutti gli altri. La cosa “bella” è che è molto vario il mio lavoro e difficilmente ci si annoia, ma esistono le dinamiche tra colleghi, forse pure troppo, e c’è tanta gente che si fa prendere dallo stress come se stessimo ad operare a cuore aperto. E poi il mondo dei “vips”…lasciamo stare! Come per ogni ufficio ci sono i colleghi gentili e quelli che non lo sono. Lo stesso vale per le persone che vanno in video. Devi saperli prendere. Ci sono tanti volti noti che mi fanno morir dal ridere. Io ho avuto la fortuna di lavorare con la Gialappa’s Band e la mattina mi alzavo contenta di raggiungere lo studio. Magari un giorno torneranno in Rai…mai dire mai.

My Corona DAY 42

20 April

Oggi giornata uggiosa a Milano ma nonostante questo la giornata è scorsa abbastanza bene. Forse non sono così meteropatica come pensavo. Credo che il mio umore dipenda più da come mi sveglio. Anche se, come molti di voi, non dormo bene e tanto, però ci sono delle mattine che mi sveglio pià di buon umore rispetto ad altri. Ma non saprei bene da cosa dipende. Forse anche dal rumore che producono i miei vicini in alto o in basso. Se vengo svegliata dai loro rumori la giornata non promette niente di buono. Se mi sveglio perchè suona la mia sveglia allora mi sembra di stare meglio. Ah proposito di vicini e di rumori molesti mi venien sempre in mente i coniugi di Erba e della strage che avrebbero commesso. Anni fa ho partecipato ad un concorso letterario organizzato dalla Ferrari che si è tenuto nella Piazza di COmo proprio davanti al Lago e mi ricordo che scrissi proprio riguardo a quella strage e come, secondo me, non erano stati loro i protagonisti della strage. Era una lettera del vero assassino che si stava per suicidare e che quindi nessuno avrebbe mai scoperto. Ha pure ricevuto dei premi questo mio racconto.

COme procede a voi con gli allenamenti quotidiani casalinghi? A me bene, mi piace farli, però sto esagerando con la corsa sul posto e gli squat e il mio ginocchio, che è già malconscio di suo, inizia a farmi penare. Peccato perchè mi piaceva fare quel tipo di allenamento.

foto post allenamento con il ginocchio incriminato

Dovrò cercare degli allenamenti per la parte alta per qualche giorno. Se ne conoscete qualcuno postateli nei commenti, grazie!

My Corona DAY 41

19 April

Oggi meglio, inizio col dirvi questo. Ho fatto qualche esercizio e speriamo che il ginocchio regga. Stasera in TV c’è un film bellissimo che si intitola “Birdman” se non l’avete guardato ve lo consiglio. Anzi tra poco dovrò staccare che inizia. Oggi mi hanno mandato questa foto:

E’ il mio quartiere a Livorno. Sono le strade che ho percorso migliaia di volte. Che emozione vedere la mia città di questi tempi “surreali”. Quante camminate che ho fatto lungo i fossi di Livorno. Quanti ricordi e quanti bei momenti passati da sola e in compagnia. Oggi era una giornata grigia anche a Livorno si vede dalla foto. Anche qui a Milano per qualche giorno il sole non sarà dei nostri. Da una parte forse meglio così meno gente avrà voglia di andare in giro da”latra però per me, che sono un po’ meteoropatica, non va molto bene. Vi farò sapere come ogni giorno ormai da questa parte. Buona visione in caso volete sgeuire il mio consiglio.

My Corona DAY 40

18 April

Oggi quarantesimo giorno di “prigionia” e il morale è a terra. Oggi proprio giornata NO. E’ normale che capiti, lo so! Però speravo che vedendo la luce in fondo al tunnel non capitassero più di queste giornate. Forse è per colpa del dolore al ginocchio. Evidentemente sto facendo degli esercizi che non vanno bene per me. Peccato perchè avevo preso un bel ritmo e i primi risultati si iniziavano a vedere. Però cercherò degli esercizi più leggeri o più adatti a me. Il tempo per cercali non mi manca. Che pesantezza però queste giornate interminabili dove vorresti solo dormire e svegliarti solo quando sarà tutto finito. Ma ci sarà un momento dove diremo “E’ finita!”. Qui sembra che ci saranno varie fasi ma per la parole fine dovremo aspettare anche molti mesi. Se devo essere sincera faccio anche fatica a scrivere oggi infatti vi saluto e ci “scriviamo” domani,